• Community Manager

    Google Discover: servono 2 entità nel titolo per entrarci?

    La risposta breve è no. Ma seguitemi un attimo.

    Schermata 2022-02-23 alle 16.36.20.png

    Ecco le entità nel titolo di quando ci sono entrato

    • SEO | Google
    • Metaverso | Zuckerberg
    • Google | SEO
    • Internet | Creator

    Scusate, è una speculazione ovviamente. Che riporta la SEO indietro di 15 anni. Ma noto che, la maggior parte delle volte, ci sono 2 entità nel titolo nel mio discover.

    Aldilà del fatto che servono miliardi di altre cose, come dimostrare che la risorsa abbia catturi l'interesse, mi stavo chiedendo se avere 2 entità aumentasse il peso di qualcosa.

    Un po' come se per il Discover avesse una sorta di Knowledge Graph e ci fossero dei trigger. Mi è venuto in mente leggendo questo di @MaxxG

    Nascita e funzionamento del Google Knowledge Graph dove condivide il suo articolo.


    In particolare

    Knowledge Graph di Google e SERP: i Knowledge Panel (o riquadri di informazioni)

    Le informazioni contenute nel Knowledge Graph di Google sono presentate in SERP sotto forma di scheda di informazioni, i cosiddetti Knowledge Panel, triggerati da specifiche query (per approfondire leggi How is a Knowledge Panel for an entity triggered? di Bill Slawsky).

    “Un trigger-term può includere parole che, quando presenti in una query di ricerca, innescare il recupero, la popolazione e la visualizzazione della scheda di informazioni strutturate associate con il trigger-term.” (Come scrive Bill Slawski su Search Engine Journal)

    Sono gli attributi nelle query a determinare l’ottenimento del Pannello.


    Ora, perché cito @alepom e @kal per indagare questa cosa. Perché?

    Perché vi faccio vedere i titoli che abbiamo usato per i nostri test:

    • Ti stai facendo fregare (un'altra volta) dalle piattaforme Social?
    • Un Natale senza Amazon, un Paese senza Visione

    Nel primo non ci sono due entità, nel secondo le due entità non sono collegate nell'Internet di Oggi.

    @AlessiaP88 tu hai notato qualcosa su questo tema?


    Aggiungo una cosa.

    Bel box le persone hanno chiesto anche, non hai a che fare con le domande delle persone, ma con le risposte che su internet esistono. Se una domanda è molto frequente ma non c'è una risposta non entra lì.

    Lo stesso può valere per Discover?

    Ovvero, dei riferimenti con cosa c'è già possono aiutare. Per questo parlo di più di una entità e di correlazione che però devono essere in tendenza.

    Se parli di cose che non lo sono o hai molta audience o non va.

    E serve tempismo: se ne parli due giorni dopo, o hai molta audience o non va.


  • Contributor

    Osservazione volante: usare più entità in generale significa che quel contenuto diventa "compatibile" con un numero maggiore di segmenti di interesse.

    Sicuramente un caso lampante in cui la quantità vale più della qualità 😁


    AlessiaP88 1 Risposta
  • User

    @kal non ho capito perché la quantità vale di più della qualità. Mi sembra un commento un po' generalizzante, ma forse ho capito male io.

    A livello giornalistico, e causalmente, mi è capitato di avere due entità facendo degli articoli sugli attori di Stranger Things che sfilavano al Festival di Venezia 🙂 Era un contenuto di moda e cultura che è piaciuto tanto!

    Non ho capito il commento quindi, me lo spieghi?


    kal 1 Risposta
  • Contributor

    @alessiap88 per una ragione piuttosto tecnica ma al tempo stesso semplice legata all'information retrieval.

    Se un documento tratta il tema A, sarà eleggibile su Discover per il segmento di interessi A.

    Se tratta A, B e C, sarà rilevante per gli interessi A, B e C, che assieme compongono un pubblico più ampio.

    Su Google Search la corrispondenza è query-documento, su Discover è interessi-documento.

    Quindi ci sta che un titolo che tratta più temi/entità abbia una probabilità maggiore di uscire su Discover, a parità di altre condizioni.


    AlessiaP88 1 Risposta
  • User

    @kal io ero stata più sentimentale XD


  • Moderatore

    Un tema particolare che mi interessa da tempo e che ho discusso a lungo con Slawski è quello dei personal Knowledge Graph che Google genera per ogni utente e che contiene molte più informazioni rispetto a quelle legate alla sola ricerca (per esempio informazioni legati ai flussi di email su account google, o ai luoghi visitati e registrati sul proprio smartphone).
    Il punto che ho discusso con Bill è la relazione tra questo tipo di KG personale e Discover e a quanto emerge da alcuni brevetti parrebbe che le entità presenti nel titolo di Discover debbano matchare un numero sufficiente di personal knowledge graph in cui questa entità è presente (ovviamente le cose sono più complesse di così così). L'osservazione di @giorgiotave sull'includere più di una entità nel titolo mi fa pensare che le probabilità di questo match, che poi in soldoni significa "quante persone sono fortemente interessate a una certa entità tanto di averla all'interno del proprio grafo personale?" possa in effetti avere una rilevanza.
    Sarebbe interessante valutare se e come queste entità debbano essere correlate fra loro (una è attributo dell'altra, una disambigua l'altra, sono entità che tendono a co-occorrere negli indici di Google?)


  • Contributor

    Beh, non è così strano che le entità servano a costruire un albero (o una rete) di interessi.

    Alla fine è sempre:

    Interesse per [entità]